Stampa

S. Cataldo

In località detta S. Croce si trova questa costruzione, ex monastero di monache benedettine, soppresso nel 1815, oggi adattato a Istituto Accademico di arte e cultura danese, istituito nel 1909 da Carlo Wiinsteadt. Ha un caratteristico campaniletto con la copertura a cuspide conica. Della chiesa, completamente diroccata, restano alcuni ruderi.

 

S. Giovanni dell'Acqua

Esterno

Il campanile ha grande pregio architettonico. Si compone di tre piani delimitati da cornici di pietra grigia di Solofra; quello inferiore è conglobato nella rustica facciata della chiesetta. Il secondo piano è a bifore ad arco acuto a differenza di quelle di Ravello ad arco a pieno centro. Il terzo piano è un torrino rotondo con monofora eData incerta, probabilmente al secolo XII-XIII.

Interno

ha la pianta di forma rettangolare coperta, a volta a botte. E' priva di abside. Nel pavimento assai deteriorato resti di pregevoli mattonelle maiolicate e lapidi sepolcrali. L'altare maggiore ha un grande quadro che raffigura la decollazione del Battista. Se ne ignora l'autore. Sul lato destro un antico quadro della Vergine col Bambino. Altri resti marmorei si notano nella chiesa tra cui uno splendido capitello bizantino a cesto.

 

Chiesa dell'Annunziata

E' a mezza costa sul lato a valle della strada.

Non ha facciata. Il campanile che parte dallo strapiombo verso valle si eleva per due piani dalla navata minore: quello inferiore a pianta quadrata con monofore e quello superiore a pianta ellittica con quattro monofore ad arco acuto listate in pietra grigia e coperta a cupola contiene tre campane: la maggiore è del 1656; la piccola del 1688 e la mezzana è del 1404.

Interno: si accede da una porta laterale sormontata da un arco a sesto rialzato. Dal lato sinistro, verso nord, si sviluppa la chiesa dell'Annunziata a due navate: quella maggiore, lunga circa 22 m., è coperta a volta a botte con decorazioni a stucco del '700; l'altra più corta e più luminosa è coperta con volte a crociere con sott' archi antichi. A destra l'edificio è suddiviso in senso longitudinale. Verso valle, una sala per le riunioni e sacrestia su cui insiste il campanile.