Stampa

La posizione di Scala che si dispiega a mezza costa tra mare e monti partendo dai duecento metri di Pontone agli oltre mille metri sul mare di S. Maria dei Monti, offre al visitatore una varietà di attrattive, scenari di singolare bellezza paesaggistica ed ambientale.

Percorrendo le pendici del suo territorio, ad ogni passo, ad ogni svolta, si aprono panorami unici che hanno attratto non pochi turisti, ma anche affascinato artisti e scrittori.

Punta d'Aglio, il Parco del Monte di Pontone, la valle delle Ferriere, S. Maria dei Monti, la Grotta di Scala sono altrettanti percorsi da intraprendere.

In particolare la Valle delle Ferriere rappresenta un ecosistema unico di grande valore scientifico e fascino naturalistico. Si estende su una superficie di 455 ettari, tra le montagne di Scala, al confine tra Amalfi ed Agerola. Protetta a nord da alti costoni rocciosi ed esposta prevalentemente a sud, attraversata dal fiume Canneto ha conservato una situazione ambientale caratterizzata da elevata umidità associata a ridotte escursioni termiche.

E proprio lungo il Canneto si scoprono i caratteri naturali di un' epoca remota, di quando nell'Italia Meridionale c'erano le condizioni climatiche tipiche delle regioni tropicali ed una vegetazione ormai scomparsa ricopriva l'intera Costiera. Una specie vegetale relitta risalente al terziario (qualche milione di anni fa), la Woodvardia Radicans, felce termofila, ha trovato in questa valle le condizioni necessarie alla sua sopravvivenza.

Insieme alla felce essenza ormai inconsueta nel paesaggio naturale europeo popolano questo angolo della costiera: altre termofile (la Pteris Cretica e la Pteris Vittata) e una piccola pianta carnivora (Pinguicola hirtiflora).

La fauna, pur non avendo i requisiti di rarità delle specie vegetali costituisce, comunque una componente essenziale dell' ecosistema. E' possibile ammirare, tra gli anfibi: la salamandrina dagli occhiali e il tritone italiano; sono presenti, inoltre, l'orbettino e piccoli mammiferi come l'arvicola, la volpe; il gheppio e la poiana; sono state, infine, trovate impronte di lontra.

La Valle delle Ferriere è una riserva naturale di interesse europeo.

Valle delle Ferriere

Come vi si arriva

l) L'itinerario più semplice per giungere alla valle è quello che parte da Pontone ricca di monumenti e di suggestioni medioevali;

2) Il sentiero che parte da Campidoglio è certamente il più lungo e faticoso, ma permette di godere di una indescrivibile immagine aerea della costiera dalla località di Punta d'Aglio e di incontrare in fondo alla valle, ad una quota più alta prima di iniziare la discesa, nuovamente il fiume Canneto con splendidi fenomeni di ruscellamento e fantastiche cascate;

3) Vi si può arrivare da Amalfi risalendo la valle dei Mulini dove si incontrano i resti delle antiche cartiere nelle quali si produceva, fin dal XII sec. la famosa" carta bambagina".

Per informazioni e per visite guidate rivolgersi:

Comune: tel. 089.857115

Pro Loco Scala

Cooperativa" Scalapromoturist": tel. 089.858908 - fax 089.8582212

Cooperativa Terredamare "Centro visite": tel. 089.873043